giovedì 31 luglio 2014

Orgasmo …. e ….. Orgasma



Molto spesso trovo articoli nel web che riportano dati relativi agli orgasmi nella coppia, indicando come alte percentuali di uomini dichiarino di far raggiungere l’orgasmo alla propria donna, mentre, di contro, poche donne raccontano di averlo provato. Questi dati sono reali, quello che voglio spiegarvi in questo articolo è il perché succede questo.

Noi donne, siamo profondamente diverse dagli uomini, questo è fondamentale da capire, per poter vivere appieno la nostra vita sessuale in maniera appagante. Lo siamo, ovviamente, fisicamente, l’uomo ha il Pene e noi la Vagina, e fino qui … è facile ! Questi due organi se stimolati danno piacere allo stesso modo, anzi in realtà la nostra Vagina, attraverso la Clitoride, può donarne molto e molto di più. Abbiamo centri nervosi molto più estesi del Pene e la Clitoride può essere stimolata in svariati modi per poterci regalare, non un solo orgasmo durante il rapporto, ma molteplici , se lo desideriamo.

La differenza più grande però, tra uomo e donna, resta il coinvolgimento psicologico durante il rapporto, il cervello è l’organo sessuale più gande che abbiamo, è lui che ci può dare il via verso il nostro piacere, così  come frenarci, facendoci sentire in imbarazzo oppure non permettendoci di avere delle fantasie sessuali , fantasie che ci facilitano il viaggio verso l’appagamento. 

L’uomo ha un grandissimo pregio, gode nel vederci godere, ma se noi simuliamo l’orgasmo, come può lui farci provare veramente dell’intenso e meritato piacere? Dobbiamo imparare ad essere sincere e dirette, questo non umilia l’uomo, anzi gli facilita il “lavoro”. Impariamo a dirgli cosa ci piace e cosa no, lui è un uomo, quindi non può per istinto capire cosa ci dà più piacere, dobbiamo essere noi a spiegarlo rendendolo partecipe delle nostre sensazioni. Fingendo appagamento, non facciamo altro che far credere alla persona che ci sta accanto che quello che lui fa e la maniera in cui lo fa, è quella giusta e questo rende il rapporto un circolo vizioso di abitudini errate. Comunicando con messaggi diretti, invece, daremo la possibilità all’altro di capire esattamente cosa vogliamo e offrendogli tutti i mezzi necessari per portarci al piacere. 

Partendo dalla consapevolezza che siamo completamente diversi, possiamo arricchire il nostro rapporto. L’uomo è molto più mentale di noi, riesce più facilmente a farsi coinvolgere, liberando la sua mente, permettendo a quest’ultima di fantasticare e di fare sogni erotici. Si eccita nel vederci, magari con indosso della lingerie sexy o solamente nel vedere il piacere disegnato sul nostro viso. La donna al contrario è molto fisica, per eccitarci , la maggior parte delle volte, necessitiamo di preliminari, fatti di coccole e carezze. Ci eccita vedere l’impegno che il nostro uomo ci mette durante gli incontri amorosi. La nostra mente diventa spesso un ostacolo, se invece di lasciarla vuota da pensieri e concentrarci solo sul momento, permettiamo che essa continui a lavorare, pensando a figli, lavoro, casa , impegni.

Cerchiamo, almeno a letto, di essere un po’ meno contorte, non diamo nulla per scontato, parliamo, parliamo, parliamo! Spieghiamo a lui cosa ci piace. Introduciamo il gioco nella nostra coppia, così attraverso di esso, con scambi di ruoli, oggetti, parole, possiamo eccitarci ed eccitare la persona che abbiamo accanto nella maniera giusta per lui, che spessissimo non è uguale alla nostra, ma proprio in questa diversità sta la forza del piacere dell’atto sessuale.

Per godere appieno della sessualità è fondamentale la COMUNICAZIONE, con noi stesse e con il partner. Solo così nella prossima intervista che faranno ai nostri compagni, quando loro dichiareranno di farci raggiungere l’apice ogni volta, questo risponderà a realtà!